Modulistica contrattuale

Modulistica contrattuale

Art.11 PROPRIETA’ DELLE ATTREZZATURE E LORO EVENTUALE CESSIONE
w. Le attrezzature installate nelle sedi del Cliente ed elencate nell’ALLEGATO A sono di proprietà di SCM e vengono cedute in locazione a costo pagina al Cliente nell’ambito delle prestazioni oggetto del Servizio. Il Cliente pertanto non potrà concederne l’uso anche parziale, costituirle in garanzia, sublocarle o metterle a disposizione di terzi, a qualunque titolo e sotto qualsiasi forma.
x. Qualora le attrezzature dovessero essere sottoposte a procedimenti esecutivi o cautelari, il Cliente si impegna a darne immediato avviso a SCM e a far presente al Pubblico Ufficiale procedente l’assoluta ed esclusiva proprietà delle stesse da parte di SCM.
y. Il Cliente si impegna inoltre a non rimuovere o far rimuovere alcuna etichetta o altro contrassegno apposti da SCM sulle attrezzature.
z. È riconosciuta a SCM la facoltà di cedere la proprietà di tutte o parte delle sole attrezzature oggetto del presente contratto a favore di società finanziaria di propria scelta.
aa. Nell’eventualità di cessione delle attrezzature, SCM garantisce la continuità della regolare esecuzione del Servizio oggetto del presente contratto, ivi inclusa la fornitura dei materiali di consumo, dei pezzi di ricambio e la qualità dell’assistenza tecnica prestata, manlevando nel contempo il Cliente da qualsiasi inconveniente nel quale dovesse incorrere in conseguenza della cessione stessa.

Art.12 GARANZIE, RESPONSABILITA’ E MODALITA’ DI UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE
bb. A partire dalla data di attivazione del Servizio, risultante dal “Rapporto di Installazione” di cui al precedente Art.3, il Cliente avrà un periodo di novanta giorni per controllare che le prestazioni delle singole attrezzature e le funzionalità di connessione siano conformi a quanto espressamente richiesto in fase di negoziazione contrattuale e successivamente definito e concordato per iscritto tra le parti e che forma oggetto della documentazione tecnica che si allega al presente contratto quale sua parte integrante (ALLEGATO 1). In presenza di non conformità, e a condizione di averne ricevuto tempestiva comunicazione scritta nel periodo di cui sopra, SCM garantisce il ripristino delle predefinite funzionalità nel termine ragionevole richiesto dalle circostanze.
cc. SCM garantisce inoltre che interverrà tempestivamente per ripristinare la funzionalità del servizio eventualmente compromesso da singole attrezzature che dovessero risultare malfunzionanti. SCM non assume alcuna obbligazione né presta alcuna garanzia che non sia espressamente prevista da questo contratto.
dd. In caso di danni conseguenti a colpa o inadempimento contrattuale della SCM, questa risponderà solo limitatamente ai danni diretti, con esclusione degli eventuali danni indiretti (quali, a mero titolo esemplificativo, il mancato guadagno, la perdita o la risoluzione di contratti, la perdita di dati, ecc.) al Cliente e/o a terzi derivanti dall’uso o dall’impossibilità d’uso delle attrezzature e ciò anche se in dipendenza di ritardi del servizio di assistenza tecnica nel ripristino delle attrezzature e nella fornitura di parti di ricambio e di materiali di consumo.
ee. Il Cliente risponderà della perdita e/o dei danni alle attrezzature imputabili a dolo o colpa grave. I costi di ripristino delle unità perdute o danneggiate che verranno addebitati al Cliente faranno riferimento ai valori delle corrispondenti unità e dei relativi accessori previsti nei vigenti listini di vendita SCM.
ff. Il Cliente si impegna altresì a manlevare SCM da qualunque richiesta di terzi per danni causati dalle singole attrezzature o dal loro improprio utilizzo.
gg. Il Cliente si impegna ad usare esclusivamente il servizio di assistenza fornito da SCM. In caso contrario saranno addebitate al Cliente le spese di assistenza tecnica e sistemistica per l’eventuale ripristino delle funzionalità delle attrezzature.
hh. Ai sensi dell’articolo 1567 c.c. viene pattuita la clausola di esclusiva a favore di SCM.
ii. Al termine del contratto il Cliente restituirà a SCM in buono stato, tenuto conto della normale usura, ogni attrezzatura ricevuta in uso, completa di tutte le parti, ivi incluse quelle mobili od estraibili, così come i materiali di consumo non utilizzati: in difetto rimborserà a SCM il costo delle singole attrezzature, delle loro parti mancanti o dei materiali di consumo, secondo quanto indicato nei listini di vendita in vigore al termine del contratto.

Art.13 RISOLUZIONE DI DIRITTO
Nel caso in cui il Cliente non osservi le disposizioni o non adempia alle obbligazioni previste ai precedenti Art. 3, 5, 6, 8, 11, 12 del presente contratto, SCM avrà facoltà di risolvere il rapporto con effetto immediato e con il conseguente diritto di ottenere l’immediata restituzione delle attrezzature. A tal fine il Cliente autorizza fin d’ora la SCM ad accedere ai locali di installazione delle attrezzature per le relative operazioni di disinstallazione e ritiro.

La risoluzione del rapporto comporterà, fatto salvo il risarcimento del maggior danno, oltre al pagamento dei corrispettivi maturati fino a quel momento e non corrisposti e dell’eventuale indennità di mora prevista al precedente Art.8, l’immediato pagamento, a titolo di penale, del valore attualizzato al tasso ufficiale di sconto vigente in quel momento dei corrispettivi a scadere dell’intero contratto.

Art.14 RECESSO DALL’ACCORDO
Sarà facoltà di ciascuna delle parti recedere, con effetto immediato, dal presente Accordo, dietro semplice avviso scritto comunicato mediante raccomandata A/R, qualora la controparte fosse sottoposta a declaratoria di fallimento o concorsuale, o fosse messa in liquidazione.

Art.15 MODIFICHE
Eventuali modifiche o integrazioni al presente Accordo saranno valide solo se formalizzate per iscritto e portate a conoscenza delle Parti tramite raccomandata A/R, e sottoscritte da entrambe le Parti.